Game of Thrones 3×03

Cerchi di cavalli morti nella neve
Cerchi di cavalli morti nella neve

Torna sugli schermi dei nostri computer il settimanale appuntamento con GoT sottotitolato…e se ve lo guardate in italiano siete dei gialappi (tanto per insultare qualcuno). GoT va vissuto in lingua originale, con quelle belle parole inglesi cariche d’odio e di discrosi strani. E parlando di discorsi strani, devo dire che la puntata di oggi è stata abbastanza strana; la potrei quasi definire “la puntata dell’imbarazzo”. Ci sono stati un paio di momenti abbastanza imbarazzanti, non per la serie ovvio, ma per lo spettatore che si ritrovava a guardare i personaggi chiusi in una stanza uno di fronte all’altro mentre non si dicevano una parola, ma si guardavano e basta…mah. Silenzi imbarazzanti a parte, questa puntata ci offre nuovi spunti per dire “wow”, soprattutto nel finale (che spoilererò dopo aver scritto spoiler on, ergo dopo il salto). Le trame continuano a infittirsi sempre di più, ma ormai da tre puntate il sangue che cade a terra continua a scarseggiare. C’è sempre un po’ di sangue, ovvio, ma non tanto…

Spoiler on. La nostra giovane e biondissima Daenerys si trova ancora in trattativa per l’esercito degli Immacolati, gli schiavi che non provano paura, quando tenta il tutto per tutto e compra l’intera legione di soldati e tutti gli schiavi dell’isola per uno dei suoi draghi…cosa avrà in serbo la nata dalla tempesta? Rob, Lady Stark e la moglie di Rob che tutti odiano, intanto, sono al funerale di nonno Tully, dove un imbarazzante cugino di Rob non riesce a prendere con la freccia infuocata la barca dove è posto il corpo del nonno. Ci pensa il padre a dargli una mano, rivelando di essere un po’ come il Mastino ma dei Tully. Il nostro Imp, invece, è impegnato nel gioco del trono direttamente nella Capitale, dove viene nominato Maestro del Conio (e qui le citazioni vanno da Maccio Capatonda a Paolo Bonolis) e si rende conto che il giovane Joffrey (fortunatamente non comparso nella puntata) deve al nonno una barca di dinero. Arya e il fabbro montano a cavallo e partono per non si sa dove, mentre il giovane ciccio-fritella rimane indietro…forse un giorno lo ritroveremo meno ciccio. I corvi, intanto, arrivano dal bruto che li aveva ospitati nella seconda stagione e che torna a offrirgli un pasto caldo; sulle loro tracce però ci sono i bruti con Giò Snow, che si fermano ad ammirare una bella spirale di cavalli morti fatta dai white walkers. Theon, intanto, scappa da qualunque posto fosse rinchiuso grazie all’intervento del giovane Simon (non so come si chiami ancora nella serie, quindi lo chiamo come su Misfits), che si rivela un ottimo arcere quando conficca di prepotenza una freccia in testa a uno da mezzo metro di distanza. Lascio il meglio per la fine, però. Jaime e Brienne, fatti prigionieri, aspettano legati agli alberi e dopo aver salvato il donnone dallo stupro, lo Sterminatore di Re cerca di convincere i suoi rapitori a riportarlo a casa. Il capo, però, non è così stupido e minaccia di cavargli un occhio se invoca ancora l’aiuto del papino…poi con molta nonchalance prende il coltello e gli stacca di netto una mano…che roba! Spoiler off.

Altra bella puntata, ma ancora non abbiamo capito verso cosa stiamo andando. Gente che va verso Sud per muovere battaglia, gente che va verso Nord per lo stesso motivo. Eserciti di schiavi che si organizzano oltre il mare a Est e sacrifici umani per la vittoria oltre il mare a Ovest. Intanto dal Nord più a Nord la minaccia maggiore incombe sui sette regni e, tolti i corvi e i bruti, nessuno ne è al corrente.

La puntata si chiude con una musichetta assai strana, in stile rock’n’roll che non ci dice assolutamente una mazza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...