Doctor Who 7×10

doctor-who-hide-emma-windowCi avviciniamo sempre di più verso la conclusione di questa stagione, anche se ancora mancano alcune puntate. La trama sulla nuova compagna del Dottore si infettisce e in questa puntata veniamo catapultati nel 1974, nell’episodio “Hide”, che si apre come una caccia ai fantasmi e si conclude come una gran bella puntata di Doctor Who, quindi con vortici temporali, mostri incompresi e verità dell’ultimo secondo. Un episodio che ci ricorda un po’ quei film tipo “Haunted House”, almeno nella parte iniziale, ma alla fine tutto si ricollega benissimo all’obiettivo che sta perseguendo il Dottore da qualche tempo a questa parte…scoprire chi o cosa sia veramente Clara Oswin Oswlad. Una nuova compagna particolare per il Dottore. Se quelle che abbiamo visto finora erano state scelte abbastanza casualmente (Rose incontrata per caso a Londra, Martah coinvolta per sbaglio nel rapimento dell’ospedale e Amy che lo aveva aiuto dopo la rigenerazione), fatta eccezione forse per Donna Noble (di cui si è detto che “le linee dell’universo stavano manovrando per farla giungere lì”), questa sembra essere stata veramente prescelta. La nuova eccezionale frase del Dottore, che spara durante lo speciale natalizio, è “I don’t know why, I only know who” non sembra infatti adattarsi molto a Clara.

locandina dell'episodio finale
locandina dell’episodio finale

Le precedenti compagne, infatti, erano state scelte quasi per pura casualità o comunque (anche per quanto riguarda Donna) senza sapere che ci fosse un filo che le legava a doppio nodo a qualche evento che il Dottore avrebbe dovuto sventare. Nel caso di Clara, invece, il Dottore ha la consapevolezza che lei fa parte di qualcosa di particolare e la prende con sè proprio per indagare su tutto questo. La risposta, però, anche questa volta è la stessa: Clara è una ragazza normale. Ma come è possibile allora che il Dottore l’abbia già incontrata due volte in periodi temporali diversi? E perché Clara non sembra piacere al Tardis? Queste sono le domanda che forse avranno una risposta al termine della serie. Finale del quale già serpeggiano nella rete le locandine. L’ultimo episodio della serie si chiamerà “The name of the Doctor”, titolo che volenti o nolenti ci riporta indietro fino alla profezia del Silenzio e alla caduta dell’undicesimo. Ci sarà la Grande Intelligenza dietro tutto questo? Ritroveremo di nuovo gli spaventosi membri del Silenzio? E River? Tutte domande che troveranno risposta a breve. Nel frattempo ci godiamo belle puntate come quella andata in onda ieri sera sulla BBC, dove il Dottore ripercorre con il Tardis la storia umana alla ricerca di una traccia del fantasma. Grande commozione quando vediamo l’11esimo uscire dalla cabina blu con indosso una tuta spaziale rossa e con il casco giallo. I più attenti (ma spero tutti) avranno sicuramente riconosciuto la tuta che il 10imo Dottore prende in “L’abisso di Satana” e riutilizza anche più tardi in “L’acqua di Marte”.

Aspettiamo quindi con impazienza sabato prossimo per goderci “Journey at the centre of the Tardis”, una puntata che sembra almeno parzialmente ispirata al racconto di Jules Verne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...