Doctor Who 7×11 Journey to the centre of the Tardis

Il Dottore e il cervello del Tardis
Il Dottore e il cervello del Tardis

E riecco spuntare nel finesettimana il nostro Doctah preferito, ormai passato da un look hipster delle due stagioni e mezzo precedenti a uno un po’ steampunk (che non disdegnamo mai) di questa seconda metà di stagione. Sarà il gillet fasciante, l’orogologio a cipolla nel taschino (che ormai ho adottato anche io facendomi spedire dalla meriga l’orologio del Maestro su “Utopia”), il bow tie scuro o tutto l’insieme, ma questo Dottore sembra molto Steampunk. Soprattutto nell’ultima puntata, con un titolo ripreso dai romanzi di Jules Verne, quando mette una maschera anche antigas veramente Steampunk. Ma basta scrivere sempre questa parola…parliamo della puntata. Come la precedente, anche questa è abbastanza bella, per due motivi specifici: a) è una puntata del Doctor Who e b) ci svela qualcosa in più sul Tardis, la misteriosa macchina dello spazio-tempo dei Signori del Tempo.

Time and relative dimension in space, questo l’acronimo sin dal 1963 di TARDIS. Una comune cabina blu della polizia, molto in voga negli anni ’60 per l’appunto e oggi completamente scomparsa. Quando fu scelta questa (e non una cabina telefonica rossa, che tra le altre cose usa l’ispettore SpazioTempo su Community – momento ilarità) la motivazione lampante fu quella del mimetismo. Le cabine blu erano ovunque e vederne una in più non era strano, oggi lo è, ma ormai è un simbolo. Negli anni gli sceneggiatori ci hanno detto molto poco sul Tardis. Negli anni ’60 si sapeva solo che Dottore e Tardis erano inseparabili, perché la macchina si alimentava da lui (cosa smentita ieri, ma vabbè), che sono una creazione dei Signori del Tempo, che viaggiano in spazio e tempo, che hanno la capacità di tradurre ogni lingua e scrittura esistente e, ovviamente, che è più grande all’interno. Negli anni recenti, poi, ci è stato detto qualcosa in più. Il decimo Dottore, ad esempio, ci ha detto che i Tardis venivano allevati e che non è quindi possibile costruirne un altro. Ci ha detto anche che la grande console del Tardis è fatta per essere pilotata da 6 persone ed è per quello che fa tutto quel rumore, perché lui la guida da solo. Più avanti l’11esimo ci ha detto che un esplosione del Tardis distruggerebbe l’esistenza. Poi la stessa coscienza del Tardis fatta umana, ci ha rivelato altre cose, come in primis il fatto di avere una coscienza. Ci ha detto che il Dottore l’ha scelta, ma anche lei ha scelto lui come suo padrone e che, sì, spesso non lo porta dove lui vorrebbe, ma lo porta sempre dove dovrebbe andare. Nella stessa puntata il Tardis ci rivela che archivia le camere di comando, anche quelle che il Dottore non ha cambiato, perché essendo un tutt’uno con il vortice del tempo e avendo spazio infinito può archiviare quello che ancora non è successo. In quella puntata per la prima volta vediamo i corridoi interni del Tardis, mentre Amy e Rori scappano da Casa. Anche in questa puntata lo stesso stile di corridoi viene riproposto per le sequenze interne.

Altre rivelazioni, però, ci aspettano all’angolo. Scopriamo, infatti, nuove stanze all’interno del Tardis: uno scantinato (dove ritroviamo la culla del Dottore e un modellino di Tardis fatto da Amy), un osservatorio, una piscina, una stanza con una camera dedicata a un “macchinario che crea macchine” una sorta di cervello del Tardis, una camera motori molto particolare e un’immensa biblioteca, al cui interno Clara trova una enciclopedia liquida di Gallifrey e un libro sulla Guerra del Tempo, nel quale legge il vero nome del Dottore (che dimenticherà più avanti). Scopriamo, inoltre, che ad alimentare il Tardis è una stella in esplosione che sta per trasformarsi in un buco nero, ma che i Signori del Tempo hanno messo in loop perenne. Il Tardis inoltre custodisce e registra tutti i ricordi del Dottore: stupenda la parte in cui uno dei personaggi smontando la console fa uscire alcuni ricordi e si iniziano a sentire le voci delle incarnazioni precedenti del Dottore che dicono frasi prese da vecchi episodi.

Una puntata, come sempre, all’insegna della corsa e della scoperta da parte del Dottore del fatto che Clara è una ragazza normale. Ma allora perché continua a incontrarla? I prossimi episodi saranno decisivi per rispondere a questa domanda e intanto aspettiamo sabato per vedere The Crimson Horror di cui, devo dirlo, dal trailer non ho capito una mazza di nulla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...