10 film che hanno reso la mia vita degna di essere vissuta

L'odioTerzo appuntamento con le mie classifiche fatte un po’ alla cazzo. Questa volta l’argomento è il cinema. Queste classifiche stanno diventando qualcosa di veramente carino, però, e hanno animato un po’ questo blog. La prima sui libri mi ha fatto capire che se fai un blog dove parli di libri ti seguono in tanti, quella sulle serie ha tirato fuori buoni spunti per future visioni. Insomma, spero che queste classifiche, benché rispecchino i miei personalissimi gusti, piacciano e facciano un po’ discutere come hanno fatto le prime due. Per quanto riguarda i film avrei dovuto fare una top 100 e vi dico che condensare tutto in 10 posizioni non è stato facile. Qualcuno sarà sorpreso di non vedere alcuni titoli fondamentali, come Star Wars o Ritorno al Futuro, ma ho deciso di dedicare a questo tipo di film una classifica apposita, che verrà pubblicata entro la fine della settimana. In questa top 10, invece, ho deciso di elencare 10 film che mi hanno colpito al cuore per gli argomenti trattati o per come vengono affrontati. Film un po’ più “pesanti” di quelli che normalmente sono abituato a vedere, ma che ho amato tantissimo. Una classifica un po’ più seria di quella che avevo programmato, ma mi rifarò con la successiva sui film della mia infanzia.

10. Le Iene

Primo lavoro di un giovanissimo Tarantino dà l’avvio al genere Pulp più noto. Oltre la violenza, oltre il sangue, già distinguiamo il nostro Tarantino e i suoi eccezionali monologhi. La chiacchierata iniziale e la discussione su “Like a virgin” di Madonna è entrata nella storia mondiale e lo ricordo come uno dei migliori monologhi di sempre. La trama è abbastanza semplice: un gruppo di criminali viene riunito per un colpo in banca e fra di loro si infiltra un poliziotto per arrestarli tutti, ma il piano non va come ci si aspettava quando uno dei criminali dà fuori di testa e inizia a fare un macello. Il primo film che ha dato l’avvio alla carriera di un grande Tarantino.

9. Memento

C’è qualcosa da dire su questo film? E’ essenzialmente eccezionale! Un’idea fantastica che si trasforma in un film fantastico. Da seguire dall’inizio alla fine con gli occhi incollati allo schermo e di sicuro non concepito per chi si distrae o vuole un filmetto tranquillo. Stavolta non è un primo film, ma è comunque il secondo lungometraggio girato da Christopher Nolan, oggi considerato (almeno da me) uno dei migliori registi esistenti. In questo film viene raccontata in modo del tutto eccezionale un pezzo della storia di Leonard Sherlby. Non dico neanche la trama, perché se non l’avete visto lo dovete fare subito!

8. Zombi

Secondo film del maestro Romero sul genere zombie dopo l’alba dei morti viventi. Come dicevo qualche tempo fa, nella recensione di In The Flesh se non erro, Romero è stato sia il papà degli zombie per come li conosciamo noi, sia il primo a usarli in maniera intelligente, ovvero per dire qualcosa di totalmente diverso. Dopo di lui gli zombie sono stati usati da tanti registi per storie horror con poco senso, ma Romero ha fatto di più. Per creare queste creature ha attinto a pieno mani dal libro Io Sono Leggenda di Richard Matheson, che rigira come un calzino il vecchio stereotipo di un mostro in mezzo a tanti uomini. In questo secondo film Romero dà vita al suo vero pensiero e ambientando la pellicola all’interno di un centro commerciale, il maestro lancia un messaggio chiaro al mondo: “l’umanità è una bestia senza cervello programmata per consumare”.

7. Il giardino delle vergini suicide

Benché sia figlia d’arte, Sophia Coppola supera di gran lunga la destrezza del padre nel fare regia. Anche questo è un primo film, datato 1999, che dà l’avvio alla trilogia sulla femminilità di Sophia Coppola (Il giardino delle vergini suicide, Lost in Translation e Marie Antoinette). Dei tre sicuramente questo è quello che più mi ha colpito e commosso. La storia è quella di tre sorelle negli anni ’70 fra crescita, gioie ma soprattutto dolori. Un film commovente e straziante che merita di essere visto.

6. Arancia Meccanica

Vabbé c’è qualcosa da dire su questo film? Il capolavoro di Stanley Kubrick, osannato in ogni parte del globo e tratto dal romanzo Anthony Burgess (che se lo leggete scoprirete quanto è matto). Il film è un’esaltazione della violenza giovanile alla quale si contrappongono le ferree regole di una società che prima le crea, poi le infrange. Il protagonista, Alex, è l’emblema del nichilismo e della noia che pervade le nuove generazioni. Il male non è più supportato da un’idea di base, ma perpetrato per dare un senso alle cose. Intenso, eccezionale e bellissimo.

5. La 25a ora

Spike Lee ha realizzato fra i migliori film contro il razzismo di sempre (fra questi ricordo e raccomando Bamboozled), ma nel 2001 mette da parte le differenze di razza e si concentra sull’America in generale. Il 2011, infatti, è un anno nefasto per gli USA che subiscono l’attacco più duro sul proprio suolo. Lee ambienta il suo film proprio a New York e sulle ultime 24 ore di Monty Brogan prima di andare in prigione. Monty abita di fronte a ground zero e il film, oltre a fare un discorso sugli addii e la difficoltà di abbandonare quello che si ha, parla dell’America moderna e del suo Meltin’pot. Da brividi i due monologhi del film, il primo è quello di Norton davanti allo specchio del bagno, il secondo è quello del padre di Brogan alla fine del film che, lo ammetto, mi ha fatto piangere.

4. Schindler’s List

Questo film ormai lo fanno vedere nelle scuole, ma rimane il miglior film che Spielberg abbia girato. Se si pensa che quella che racconta è una storia vera vengono i brividi. Una storia che conosciamo tutti, quella dell’olocausto, nella quale si inserisce la storia di Oscar Schindler, imprenditore tedesco che decide di non ascoltare le parole del nazionalsocialismo e di aiutare i tanti ebrei che vivono in Germania. Una storia straziante ed emozionante che fa trascorrere le 3 ore del film come acqua.

3. Donnie Darko

Un film che ha spaccato pubblico e critica. O lo ami alla follia o lo odi, io ovviamente faccio parte del primo schieramento. Un film su un’adolescenza difficile, quella del giovane Donnie, diviso tra la scuola, la vita in paese e i suoi problemi mentali. Un film fantastico e onirico, che entra di diritto nel mio Olimpo personale. Da vedere assolutamente, cercando accuratamente di non vedere il seguito (che il regista del primo si è rifiutato di girare). Fantastico, sognante e soprattutto emozionante.

2. L’odio

Secondo lavoro di Mathieu Kassovitz ci racconta una storia comune della banlieu parigina. Un film crudo, duro e violento per raccontare la vita della periferia a due passi dalla Tour Eiffel e del museo del Louvre. Difficile immaginare o anche solo raccontare una città nascosta sotto un’altra. Ricorda un po’ la nostra Roma, forse solo un po’ più esasperata. Una storia tragica che va vista tutta d’un fiato.

1. La leggenda del pianista sull’oceano

Vince un film quasi italiano. Quasi nel senso che nonostante gli attori e l’ambientazione siano americane, la regia è di Tornatore e il libro da cui è tratto è di Baricco. Un film che non manca mai di commuovermi ogni volta che lo vedo. La storia di Novecento, nato su un transatlantico e mai sceso sulla terra ferma. Un ragazzo che coltiva la sua unica passione su quella nave, suonare il piano e attraverso di esso riesce a esprimere gioia, dolore, amore e frustrazione. Una storia straziante e bellissima, tradotta in maniera magistrale da Tornatore.

Annunci

Un pensiero su “10 film che hanno reso la mia vita degna di essere vissuta”

  1. ..alle volte mi è capitato di vedere film, da cui non mi aspettavo un beneamato …fulminarmi a 360* per la storia, per come sono girati, per la particolarità della fotografia e per la recitazione e tra quelli che hai messo, trovare “l’Odio” al secondo posto mi ha fatto decisamente piacere, perchè l’ho sempre reputato un bel film! ..diretto da un grandissimo Kassovitz di cui mi piacque anche “I Fiumi di porpora” ….bellissimo anche “la 25a ora” ..due capolavori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...