Game of Thrones 3×10 – finale season

945346_617255234953334_788552565_n-anteprima-600x337-913634E anche Game of Thrones ha chiuso i battenti per quest’anno. E’ arrivata la maledetta estate senza serie tv, o almeno senza serie tv decenti, visto che in questo periodo di solito mandano l’immondizia. Una puntata piuttosto sobria per essere un finale di stagione, forse per farci riprendere dal matrimonio più sanguinolento dell’anno. Un episodio, però, che preannuncia una quarta stagione veramente piena di sorprese e di avvenimenti. Siamo quasi al giro di boa, visto che la serie dovrebbe concludere con la settima stagione, e la storia è nel suo vivo. Nuovi personaggi che ci sono piaciuti, vecchi personaggi che se ne sono, nostro malgrado, andati. Questo è il mondo di George Martin, un mondo più simile alla realtà di quanto qualsiasi serie tv o film ci avesse mostrato finora. Una realtà dove i buoni non vincono quasi mai, anzi vengano trucidati e sconfitti proprio a causa della loro bontà. Ma passiamo a commentare quest’ultima puntata.

Game-of-Thrones-3x10-Mhysa-Season-Finale-Carlost.net-010Spoiler on. Ci eravamo lasciati con il massacro della famiglia Stark tra le mura di Lord Frey e da lì riprendiamo. Mentre il Mastino porta in salvo Arya, infatti, viene portato fuori dal castello il corpo di Robb decapitato, con al posto della sua testa quella del suo metalupo. La presa in giro al soprannome del buon Stark è evidente, il giovane lupo, e lo ribadisce anche Lord Frey poco dopo parlando con il traditore Lord Bolton, ora Guardiano del Nord. Da questa conversazione, finalmente, scopriamo chi è l’uomo che sta torturando Theon Greyjoy. Si tratta infatti di Ramsay Snow, il bastardo di Lord Bolton, quello che aveva mandato a liberare Winterfall dalla presa del piccolo Greyjoy. Perché lo sta facendo? Presto detto: un po’ perché è totalmente pazzo, un po’ per mandare un messaggio alle Isole di Ferro. Poco dopo, infatti, vediamo il Re Greyjoy ricevere un pacchetto con dentro il “giocattolo” tagliato al figlio. La sorella, contravvenendo agli ordini del padre, decide di prendere la nave più veloce e un manipolo di assassini per far visita agli uomini del Nord, ma tutto è lasciato alla prossima stagione. Ad Approdo del Re, intanto, arriva la notizia della morte di Robb e Cat Stark. Joffrey è felice come un pupo e vuole servire la testa di Robb a Sansa il giorno del suo matrimonio. Dopo una piccola diatriba con Tyrion, interviene Tywin che sistema tutto col suo modo di fare mandando il Re a letto senza cena. Nel frattempo al castello arriva anche il redivivo Jaime insieme a Brienne (momento commozione per la reunione dei due fratelli-amanti). Bran e Co. dormono in una bettola, quando da un pozzo spuntano Sam e Gilly. Sam riconosce subito il fratello del suo amato Jon Snow, quindi Bran gli chiede aiuto per arrivare al di là della barriera. Jon intanto ritrova Ygritte, ma gli dice che lui deve tornare al Castello Nero, lei gli spara tre fecce addosso, così tanto per non farsi mancare nulla. Sam arriva al castello e poco dopo anche un feritissimo Jon Snow. Arya trova un gruppetto di soldati che hanno partecipato al massacro della sua famiglia, quindi frega il coltello al Mastino e ne ammazza uno, mentre lascia gli altri al suo sfregiato amico. Da Stannis succedono cose poco interessanti, se non che il Cavaliere delle Cipolle fa scappare Gendry. Intanto i guardiani della notte, saputo tutto da Sam, fanno partire 40 corvi in tutte le direzioni per annunciare che i white walkers stanno arrivando, serve l’aiuto di tutti.
Come sempre il finale degno ce lo regala Daenerys. Ve la ricordate la piccola e impacciata Targaryan? Partita con una piccola start up senza gli aiuti statali, ha superato mille difficoltà, fra cui mangiare il cuore di un cavallo. Aveva solo pochi impiegati Dothraki, ma mano a mano si è data da fare e ora è amministratore delegato di una multinazionale. Daenerys, ora come ora, ha uno degli eserciti più grandi mai visti, composto quasi esclusivamente di schiavi liberati, primi fra tutti gli Immacolati. Quattro generali al suo fianco, una segretaria personale, tre draghi che in via di sviluppo e una masnada di gente senza fine. Anche questa città è caduta e Daenerys ha offerto a tutti la libertà. Gli schiavi sono tornati a essere libera e l’hanno salutato come “madre”.

E qui si conclude questa terza stagione di GoT. Intrighi, parole, giochi di poltrona e di potere, ma alla fine è la spada che conta. Quando la situazione è calma e le spade sono nei foderi, le parole possono aiutare ad ottenere posizioni e poteri. Ma se gli animi si accendono si deve fare i conti con la forza bruta. Robb non era adatto per questo gioco. Era uno stratega, ma aveva fatto i conti senza considerare una variabile: gli uomini possono essere comprati o possono comunque cambiare bandiera a seconda del vento che tira. L’unica che sembra immune a questa logica è proprio Daenerys, che non deve fare affidamento su nessun Lord. Gli uomini che la seguono verso Approdo del Re sono schiavi liberati, ai quali è stata offerta la scelta di andare per la propria strada o di rimanere accanto alla madre dei draghi. Hanno scelto la seconda opzione di loro volontà e difficilmente smetteranno di seguirla.
Ad Approdo del Re, invece, si tira un respiro di sollievo ora che Robb non è più una minaccia, anche se nessuno sospetta che ci sono ancora due Stark pronti a dar battaglia, magari durante la quinta stagione. Ma la tranquillità dei Lannister durerà poco. La minaccia che arriva dal Nord è più pesante della precedente. Se prima si parlava di un uomo con un esercito, ora si parla di demoni con un esercito di zombie…beh la cosa sembra peggiore.

Non ci resta che aspettare aprile del prossimo anno per sapere cosa accadrà nel mondo di Martin e quali altri personaggi il nostro caro scrittore avrò deciso di mandare all’altro mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...