Doctor Who: Gli 11 Dottori + 1

elevenAspettando aspettando, mancano ancora circa 5 mesi a novembre e il tempo dobbiamo passarlo. Finora le informazioni che ci sono arrivate dall’episodio per il 50esimo anniversario del Dottore sono tante. Arrivano conferme di partecipazione, arrivano conferme dei grandi assenti (fra tutti il Nono Dottore e il Capitano Jack Harkness) e ci arrivano rivelazioni sulla trama, anche se la storia che verrà raccontata è ancora un mistero e forse è meglio così. Meglio non sapere cosa ci aspetta. Non perché potrebbe deluderci, ma perché la scoperta è sempre meglio di uno spoiler. Vale per lo speciale come per l’identità del 12esimo Dottore. Smith, infatti, è a due episodi dalla rigenerazione e poi…un’altra faccia per il Dottore. Ma chi sarà io sinceramente non voglio saperlo finché non me lo dirà la serie stessa. E così mi sono tenuto alla larga da tutti i blog che parlano di ipotesi, volti, rumors e quant’altro. Più che parlare del futuro della serie preferisco parlare del passato e prepararmi al 50esimo scorrendo i volti assunti dal Dottore in passato. E quindi perché non fare una bella carrellata per riscoprire insieme come sono passati 50 anni di Doctor Who.

1stPRIMO DOTTORE: l’avventura di Doctor Who parte il 23 novembre 1963, quando la BBC trasmette in bianco e nero la prima puntata della serie e fa conoscere al mondo il Dottore, interpretato in questa sua prima incarnazione da William Hartnell. Il primo Dottore è ovviamente il più giovane, non si è mai rigenerato, ma nel frattempo è il più vecchio. Hartnell, infatti, è l’attore più anziano ad aver prestato il volto al Dottore. Proprio questa sua anzianità porta i produttori a creare l’escamotage della rigenerazione. Nel ’65 infatti l’attore deve abbandonare la serie per motivi di salute e la BBC si inventa la rigenerazione per proseguire il percorso del Dottore.
Hartnell ricomparirà nel 1973 per il decimo anniversario (I tre Dottori), ma morirà nel 1975 e nello speciale del 20esimo sarà interpretato da Richard Hurndall.

2ndSECONDO DOTTORE: Dal ’66 al ’69 è la volta di Patrick Troughton, caratterista inglese famoso pressoché solo per aver interpretato il secondo Dottore. Questa seconda incarnazione è molto più infantile e trasandata della prima. Il secondo Dottore si distingue per la sua furbizia. E’ sempre un passo avanti al nemico e grazie ai suoi modi di fare, un po’ pasticciati, viene sempre preso sottogamba dagli antagonisti. Ma il Dottore, come scopriremo anche più avanti, non è un eroe puro. Questa seconda versione arriva anche a manipolare i suoi compagni pur di aiutare gli oppressi. Coniò una delle caratteristiche più tipiche del Dottore, la corsa, anche grazie allo sloga “Quando dico corri, corri!”. I primi due Dottori, inoltre, danno il via ai grandi nemici che esistono ancora oggi: i Dalek, i Cyberman, i Guerrieri del Ghiaccio e la Grande Intelligenza.
Interpreti futuri della serie indicarono Troughton come il loro Dottore preferito.

3rdTERZO DOTTORE: Il meccanismo della rigenerazione ormai è diventato un must nella serie e nel 1970 arriva sullo schermo Jon Pertwee, che mantiene la posizione per cinque stagioni. Questo terzo Dottore è un vero uomo d’azione. Pratica l’Aikido Venesuiana, guida auto veloci (celebre la sua spider gialla Bessie) e si diletta nella tecnologia e la scienza. Questa terza rigenerazione, però, inizia con due particolarità: la prima è che è a colori, la seconda è che il Dottore è in esilio forzato sulla Terra dopo il processo con i Signori del Tempo. Inizia la lunga collaborazione con la UNIT e il Brigadiere Lethbridge-Steward. Nonostante sia sempre un po’ arrogante, il Terzo Dottore si comporta con i suoi compagni come un padre. Con lui viene introdotto anche un personaggio fondamentale per la serie, il Maestro, per il quale il Dottore nutre una grande ammirazione.

4thQUARTO DOTTORE: Dal ’74 all’81, per sette stagioni, ad interpretare il Dottore sarà Tom Baker, la più longeva incarnazione del Doctor. E’ sicuramente una delle maggiori icone della serie, anche grazie al suo stile eccentrico e alla sua lunga sciarpa colorata, che ancora oggi rende la serie molto riconoscibile. Una delle versioni più imprevedibili del Time Lord, che alterna momenti di umorismo a fasi di raccoglimento, dimostrando in talune occasioni un’indole cupa e oscura, addirittura insensibile. Rilevante è il suo legame con Sarah Jane Smith, che verrà ulteriormente esplorato durante la sua decima incarnazione. Il Quarto Dottore è libero dall’esilio, ma costretto a compiere alcune missioni per conto dei Signori del Tempo, e in una di quelle si imbatte in Davros, creatore della razza Dalek.

5thQUINTO DOTTORE: Peter Davison è già abbastanza conosciuto in Inghilterra quando diventa il nuovo volto del Dottore nel 1981. Il cambio di Dottore segna un ritorno alle origini. Viene abbassata la dose di umorismo e innalzata la fantascienza, come accadeva nelle prime stagioni. La serie è più dark e per la prima volta in tanti anni uno dei compagni del Dottore perde la vita.
Davison è attualmente il suocero il David Tennant che ha interpretato il 10imo Dottore e che ha sposato sua figlia Georgia Moffett, conosciuta sul set di Doctor Who mentre interpretava la “figlia del Dottore”.

6thSESTO DOTTORE: Dall’84 all’86 c’è il caleidoscopico Colin Baker, che riporta un po’ di colori nella serie. Questo nuovo Dottore è imprevedibile come il primo, ma ha una personalità più forte. Si arrabbia spesso e a volte risulta egoista. Sicuramente una delle personalità più forti che il Dottore abbia mai assunto. Come per il secondo Dottore, a sancirne la morte è una condanna da parte dei Signori del Tempo.

7thSETTIMO DOTTORE: Nell’87 arriva Sylvester McCoy, la versione più capricciosa e misteriosa del Dottore. Parte come buffo e sempliciotto, diventando sempre più scaltro, manipolatore e misterioso. Il Settimo Dottore prosegue la sua strada fino all’89, anno in cui la serie viene cancellata, ma ricomparirà nel 1996 all’inizio del film che darà vita all’ottava incarnazione del Dottore.

mcganp18OTTAVO DOTTORE: Compare solo una volta in un lungometraggio del 1996 ed è interpretato da Paul McGann. Il Settimo muore colpito da un colpo di pistola e questo ottavo Dottore si risveglia in obitorio, confuso e con un’amnesia provocata dai farmaci umani.  Questo Time Lord incoraggia a cogliere ogni aspetto della vita, e sembra godere nel dare alle persone accenni sul loro futuro, probabilmente per spingerli a prendere le decisioni giuste. Ha un debole per i giochi di prestigio. Come succede oggi, anche ai tempi dell’Ottavo si riesce a intravedere una parte oscura, forse perché è un Dottore che sa che sta per apprestarsi a una guerra devastante che dilanierà il suo popolo. L’Ottavo Dottore attira polemiche, rompendo il tabù di lunga data contro il coinvolgimento romantico con i suoi compagni. Nel film tv, infatti, bacia la sua partner dividendo i fan. Negli spin-off che ne sono seguiti, l’Ottavo Dottore è spesso oggetto di interesse romantico, ma dimostra poca o nessuna inclinazione amorosa.

christopher-eccleston-doctor-who-590x350NONO DOTTORE: E’ il 2005 e il Dottore torna sulla BBC. A prestargli il volto è il già famoso Christopher Eccleston, che firma per una solo stagione nella quale spera che la sua popolarità possa riaccendere il fervore intorno alla serie. Eccleston non è sicuramente uno dei migliori interpreti del Time Lord, ma riesce nel suo intento. Durante quest’unica serie gli sceneggiatori introducono personaggi fondamentali come Rose Tyler e Jack Harkness, che ben presto otterrà una serie tutta sua con Torchwood. Tornano i vecchi nemici del Dottore, i Daleks, che la fanno da padroni lungo la serie.

David_Tennant_hints_at_Doctor_Who_50th_anniversary_returnDECIMO DOTTORE: A mio parere uno dei migliori interpreti del Dottore, dal 2005 al 2010 arriva David Tennant. Il 10imo Dottore è un Signore del Tempo completo. Brillante, ironico, eclettico e divertente. Ma non è solo questo. La decima incarnazione mostra un alto senso di giustizia, un’ira temperata contro chi infrange le regole, un odio totale per le armi, ma soprattutto un profondo senso di colpa e disperazione per tutte quelle vite che non riesce a salvare, anche quelle dei nemici. E’ un Dottore che ammette la sua maledizione, quella di viaggiare a lungo e di vedere invecchiare le persone a cui vuole bene, mentre lui vivrà ancora a lungo viaggiando da solo. Il tema della solitudine si fa forte sia lungo il finale della sua partecipazione, sia quando parla del suo popolo scomparso, distrutto da lui stesso durante la guerra del tempo. Con il 10imo Dottore torna anche un Time Lord innamorato. Per una seconda volta, infatti, il Dottore ama e lo fa con Rose Tyler. Conia il tormentone Allons-y nei momenti di estrema felicità e azione, mentre usa il più triste “I’m sorry, I’m so sorry” quando la colpa lo avvolge.
Il momento della sua rigenerazione, lenta e straziante, rimarrà nella storia come uno dei momenti più belli di tutta la serie.

DOCTOR WHOUNDICESIMO DOTTORE: Nel 2010 sugli schermi della BBC appare Matt Smith che dona il volto all’undicesima reincarnazione del Dottore. Infantile e capriccioso, sembra perdere quel peso sulle spalle che si portava il decimo, ma lo tiene ben nascosto. Cerca di apparire cool, ma spesso non ci riesce, citando più spesso la cultura classica che quella popolare. Prova un profondo senso di amicizia verso i suoi compagni, e dopo la loro scomparsa si ritira a una vita solitario, conscio che chi lo segue avrà una vita rovinata. L’undicesimo incontra l’unica donna che riesce a tenere a bada il Dottore (già incontrata brevemente dal decimo), River Song, che più tardi diventerà sua moglie, anche se non sarà sempre presente. Il Dottore sembra sempre un po’ disinteressato alle relazioni amorose, ma nel finale della settima stagione mostra il suo lato più vulnerabile e romantico a River.
Tiene i suoi demoni celati al mondo, nascosti da una finta allegria ed egocentrismo, ma alla fine i nodi vengono al pettine e scopriamo il più grande segreto del Dottore.

john-hurt-doctor-whoL’INCARNAZIONE MISTERIOSA: Anno 2013, settima stagione della nuova serie: il Dottore svela il suo più grande segreto. E mentre tutti noi pensiamo sia il suo vero nome, in realtà è un uomo. Una sua incarnazione, indegna di portare il nome di Dottore e che tiene celata a tutti. John Hurt compare alla fine della settima stagione in un discorso interiore del Dottore, che rivela la sua esistenza a Clara. Chi è questa rigenerazione? Perché non ha il titolo di Dottore? La risposta potrebbe essere nel suo passato. In molti hanno ipotizzato che questa rigenerazione si collochi fra l’ottavo e il nono Dottore. La rigenerazione che ha combattuto la Guerra del Tempo fra Time Lords e Daleks, quello che ha causato la distruzione di due imperi e l’estinzione del suo popolo. Hurt ha partecipato alle riprese del 50esimo anniversario, quindi la storia dovrebbe esserci svelata proprio questo novembre. Ce la facciamo ad aspettare?

Annunci

9 pensieri riguardo “Doctor Who: Gli 11 Dottori + 1”

  1. E Peter Cushing dove lo infiliamo? Io personalmente ho conosciuto il Dr. Who grazie a lui e al film “Dalek il futuro tra 1.000.000 di anni” (1966) e con l’inedito per l’Italia “Doctor Who and the Daleks” (1965)…è un peccato che venga riconosciuto solo come il “dottore apocrifo”!

    1. Sì, purtroppo, i film interpretati da Cushing (che faccio mea culpa per non aver visto, ma non riesco a trovarli) non sono stati inseriti nella time line ufficiale del Doctor Who. Purtroppo quelli erano i primi anni della serie e le cose erano abbastanza confusionarie

      1. E ti dirò di più (per fomentare la tua ansia di ricerca) in “Dalek: il futuro…” l’attore comprimario del film è Bernard Cribbins, ovvero il “nonno” di Donna Noble! 😉

      2. Ahah ottimo. Queste comparse di futuri Dottori e future compagne in episodi precedenti del Dottore mi hanno sempre fatto morire 🙂 Ultimo il nuovo 12esimo Dottore, comparso già in una puntata con il 10imo e in una serie di Torchwood

      3. Nono, non Hurt. Ma quello che hanno preso per fare il 12esimo Dottore, Peter Capaldi (trovi l’articolo nello Speciale Doctor Who 🙂 ), che era presente in I fuochi di Pompei della quarta stagione e nella terza di Torchwood: children of the earth

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...