Facciamola finita

00_Finita_638-365_resizeAncora non ho visto Pacific Rim e la cosa sta iniziando a diventare disturbante, ma domani sera rimedio. Nel frattempo oggi pomeriggio non sapendo cosa fare, sono andato al cinema da solo (cosa che non avevo mai fatta e che si è rivelata veramente rilassante) di pomeriggio (quindi sala praticamente vuota) a vedermi This is the end, film di Evan Goldberg (sceneggiatore di film demenziali alla sua prima volta dietro la macchina da presa) e Seth Rogen (attore abbastanza minore, anch’esso per la prima volta dietro la macchina da presa). Il film è tratto da un cortometraggio scritto sempre dai due sopracitati e girato nel 2007 con protagonisti lo stesso Rogen e Jay Baruchel (anche lui attore abbastanza marginale, che compare insieme a Rogen in Fanboys). I due attori sono amici anche nella vita reale ed il punto cade proprio qui. Il cortometraggio parla dei due attori che interpretano loro stessi e che vengono bloccati in casa da quella che sembra l’apocalisse.

Appena uscito il cortometraggio fu subito successo in America, mentre da noi non è mai arrivato. E proprio nel 2007 i due attori dichiararono che presto ne avrebbe tratto un lungometraggio. Ci sono voluti 6 anni alla fine, ma ce l’hanno fatta e ora il film è nelle sale. In Italia, come è ovvio, la pellicola è passata abbastanza in sordina ed è stata distribuita in un centinaio di sale. Niente pubblicità, niente trailer prima degli altri film e via dicendo…però sono 3 settimane che ogni volta che mi siedo al cinema mi fanno vedere il trailer del film di Nichi Lauda e quello della versione francese di Sliding Doors (o almeno così appare) che sinceramente mi fa schifo anche solo dal trailer.

In questa nuova pellicola l’idea di base è rimasta la stessa, ma con qualche variante. I due amici si ritrovano dopo un anno e passano un week end insieme a Los Angeles fatto di sballo e video giochi. Seth, però, propone a Jay di andare a una festa a casa di James Franco (Il potente mago di Oz, Spiderman) che inaugura la sua nuova sontuosa casa. Jay un po’ riluttante accetta l’invito e si ritrova in mezzo alla festa con tante star di musica e cinema (anche se molte, come i protagonisti, marginali). C’è Rihanna, Emma Watson this-is-the-end-red-band-emma-watson-smashes-seth-rogen-with-axe-handle(Hermione di Harry Potter), c’è Micheal Cera (Scott Pilgrim vs the world) che sta fuori come un balcone e tanti altri. D’improvviso succede qualcosa, un terremoto scuote Los Angeles. Luci blu scendono dal cielo e portano via alcune persone. La montagna di Hollywood prende fuoco e davanti casa di Franco si apre una gigantesca voragine che inghiottisce tutti, compresi Jason Siegel (How I meet your mother) e Aziz Asnari (Scrubs). Di tutte le persone presenti alla festa, rimangono in vita solo Rogen, Baruchel, Franco, Jonah Hill (Tre metri sopra il pelo, Django unchained), Danny McBride (da noi semi sconosciuto) e Craig Robinson (un tuffo nel passato), che dovranno sopravvivere il più lungo possibile nella casa di James Franco.

Cosa lega tutti questi attori? Beh, tolti Emma Watson, Rihanna e Channing Tatum (che compare verso la fine), gli altri sono tutti amici di vecchia data che spesso sono comparsi negli stessi film. Basta dare uno sguardo alle filmografie dei sei sopravvissuti per vedere sin da subito forti legami. Fanboys, Strafumati, Tre metri sopra il pelo, Zack e Miri make a porno, Funny People e The Green Hornet sono solo alcuni dei film dove a turno appaiono almeno due, se non più, di questi sei attori. Primo fra tutti Seth Rogen, che fa da collante in tutti i film sopracitati.

La pellicola si presenta come uno dei classici film in stile Jay e Silent Bob di Kevin Smith, sia per l’umorismo usato, per i continui riferimenti a film e a luoghi comuni hollywoodiani e per il fatto che sono stati chiamati tutti amici a recitarvi (anche se gli amici che chiama Kevin Smith sono Ben Affleck, Matt Damon e Chris Rock). La cosa che funziona, come è accaduto in passato anche in un film di Smith, è che gli attori interpretano loro stessi e si comportano come si comporterebbe un attore durante un apocalisse. Come dice Robertson durante il film: “noi recitiamo come fossimo duri ma in realtà siamo mollicci”. Oltre le risate e le scene senza alcune senso logico ma, vi posso giurare, sono incredibilmente divertenti, gli autori provano anche a spedire un piccolo messaggio sull’ipocrisia dello star set e dei VIP in generale, pronti a tutto per cavarsela e senza un minimo senso della percezione del pericolo.

Il film è carino e divertente, certamente non la cosa migliore che ho visto quest’anno. Ha dei pro e dei contro abbastanza evidenti. A favore c’è sicuramente il fatto che è ben scritto, ben recitato e davvero divertente. A sfavore, però, troviamo il fatto che la maggior parte del pubblico italiano non conosce questi attori, tolti due o tre, e non riesce a capire perché queste persone siano famose. Altro punto negativo è il fatto che il film è vietato ai minori dei 14 anni in Italia, ma dovrebbe essere vietato ai minori di 18 per come la vedo io. Non sono un moralista bacchettone e finché il turpiloquio è contenuto mi sta anche bene, ma qui si esagera cazzo. Le parolacce sono sulla bocca di tutti e vanno dal semplice cazzo o vaffanculo al “ti sborro su tutte le pareti”, inoltre, a tratti sembra diventare un porno (la scena di Cera in bagno con due donne, il demone con un cazzo da cavallo che sale sul letto di Hill, ecc…)…via per quanto sia aperto di mente e tutto il resto, a tratti si percepisce veramente l’eccesso di certe cose. Il film, comunque, sembra destinato più a un pubblico di nicchia e forse questo è alla base della mancata pubblicizzazione in Italia, della serie: se sei così nerd da conoscerlo te lo vai a vedere.

Un film da vedere, a parere mio, solo in determinate circostanze. Non serve conoscere gli attori o vedere il cortometraggio da cui è ispirato, ma è di gran lunga consigliato aver visto almeno un film in stile nerd girato dal gruppo (io consiglio Fanboys) e uno di Jay e Silent Bob, perché la comicità quella è.

Annunci

Un pensiero su “Facciamola finita”

  1. visto ieri sub ita.. fatte grasse risate. Di solito evito sti film fatti da amici per far vedere quanto se divertono tra loro però effettivamente m’ha divertito. Grande jonah hill e il suo atteggiamento..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...