10 film tratti da fumetti che se non li hai visti allora fatti un esame di coscienza…

1175543_10151764374494088_1810998151_nColgo la stupenda occasione fornita dall’annuncio di Ben Affleck come nuovo Batman in Man of Steel 2, per spiattellare questa nuova classifica che era già in programma da tempo. L’annuncio sul nuovo volto del Cavaliere Oscuro ha fatto incazzare metà della gente e storcere il naso all’altra metà, magari meno interessata. Ho evitato di scrivere o commentare la cosa ieri, perché in rete non si parlava d’altro e mettere una voce in più poco avrebbe fatto. Ovvio che anche io non lo vedo bene questo Affleck/Batman, ma aspettiamo l’uscita del film e poi ne riparliamo. Intanto andiamo avanti con le nostre vite e in un’epoca nella quale vengono sfornati almeno 5 cinecomics all’anno, non si può fare a meno di parlare degli imperdibili, di quei film tratti da qualche fumetto o graphic novel che ha estasiato e, diciamocelo, a volte commosso. Alcune di queste pellicole sono uscite quando la parola cinecomics non esisteva neanche, altre non vi sono ricadute perché magari non appartenenti ai grandi filoni Marvel e Dc, ma sono storie eccezionali portate magistralmente sullo schermo. Quindi, gettiamoci alle spalle la vicenda di Ben Affleck e partiamo con questa nuova classifica.

10. 300

300

Tratto dalla graphic novel del 1998 firmata da Frank Miller e per la regia di Zack Snyder (regista anche di Man of Steel, che rincontreremo ancora in questa classifica). Nel film, come nel fumetto, viene narrata in maniera romanzata a volutamente esagerata la storia della battaglia delle Termopili tra un manipolo di soldati Spartani e l’esercito Persiano. Una battaglia storica che ha impedito agli uomini del Re Serse di invadere la Grecia, resistendo a ondate e ondate di soldati grazie a un piccolo trucco strategico. Le genialità di questo film non sta tanto nella storia, comunque bella ed esagerata al punto giusto, ma proprio nel metodo utilizzato per riportarla sul grande schermo. La fotografia e la regia a volte creano atmosfere cupe e giochi d’ombre, proprio come accade all’interno di un fumetto. L’esperimento è quello di portare un fumetto al cinema e non solo la storia contenuta al suo interno.

9. Sin City

sin-city_77538

Per continuare il discorso che si faceva con 300, ecco che arriva Sin City. Tratto sempre da un fumetto di Frank Miller, che questa volta (anche se questo è precedente all’adattamento di 300) partecipa anche alla regia con Robert Rodriguez e uno special guest director Quentin Tarantino. Il film narra tre storie tratte dal ciclo di fumetti di Miller: una con protagonista il poliziotto John Hartigan (Bruce Willis), un’altra con il criminale malato di mente e difensore delle donne Marv (Mickey Rourke) e una terza che vede protagonista l’assassino dal cuore d’oro Dwight (Clive Owen). Teatro delle storie è (Ba)sin City, città dark e violenta dove spesso il crimine ha la priorità sulla legge. Questa pellicola è la prima dove si prova l’esperimento di fondere fumetto e cinema in maniera così densa. Giochi d’ombra, atmosfere e dialoghi sono tipici dei fumetti e hanno reso grande questo film.

8. V per Vendetta

V-FX-0009

Questo titolo è apparso più volte nelle classifiche stilate in questo blog e si è già parlato della graphic novel di Miller degli anni ’80. La regia è dei fratelli Wachowski, quelli di Matrix e Cloud Atlas, che come già detto in precedenza modificano la story line originale per renderla più aderente all’epoca attuale. Niente più disastro nucleare quindi, ma una società distopica creata ad arte dal giusto mix di paura del terrorismo e del diverso. In questo contesto emerge V, terrorista psicopatico, che vuole liberare le masse. L’esperimento filmico sfocia nel reale quando durante le attuali proteste americane e nostrane, centinaia di giovani indossano la maschera di Guy Fawkes, emulando l’eroe di questa pellicola.

7. Akira

akira

Anche questo ne abbiamo già parlato, ma non fa mai male ricordarlo. Akira è la pellicola d’animazione che ha aperto le porte agli anime in occidente e già solo per questo meriterebbe delle lodi, ma di pregi questo film ne ha tanti. Il regista è lo stesso autore del manga, Katsuhiro Otomo, pur avendo un diverso sviluppo e un diverso finale rispetto al manga. Ambientato dopo la terza guerra mondiale, questo film preannuncia la mania, tutta giapponese, per i poteri esp e per i corpi androidizzati. Un must difficile da dimenticare.

6. Persepolis

persepolis

Un altro film d’animazione per questa storia autobiografica scritta, disegnata e portata sul grande schermo dall’iraniana Marjane Satrapi. Attraverso la storia dell’autrice, nel film viene narrata la Rivoluzione iraniana che porta alla caduta dello Scià. Marjane ha nove anni quando questo avviene e i suoi genitori asupicano un futuro democratico per il paese, che però viene poi governato dai fondamentalisti musulmani. La storia dell’antidemocrazia fondamentalista si unisce alle umiliazioni cui le donne devono sottomettersi, come quella di coprirsi obbligatoriamente il capo con un velo. Marjane è una ragazzina esuberante, che ascolta rock e punk e per questo mal vista dalla società. I genitori la mandano a studiare all’estero, per tenerla al sicuro, ma il fantasma del fondamentalismo e della guerra è sempre a due passi. Un film commovente e introspettivo che ci illumina su un sistema di vita totalmente diverso dal nostro.

5. Kick Ass

chloe-moretz-kick-ass

Supereroi nel mondo normale. Ecco il tema del fumetto firmato di Mark Millar e inchiostrato a John Romita Jr, che nel 2010 si trasforma in un film. Tutti almeno una volta (anche solo da bambini) abbiamo pensato di voler essere un supereroe e combattere il crimine. Questo è anche il sogno di Dave Lizewski, nerd newyorkese, che stanco dei soprusi indossa una maschera e scende in strada per combattere il crimine. Come va è scontato: viene malmenato e mandato in ospedale. Ma Dave non si arrende e torna ad indossare la maschera, fin quando il personaggio di Kick Ass non diventa conosciuto grazie ai social network. Più avanti, però, Dave incontrerà due eroi reali, per i quali il credo l’eroe non uccide è solo un falso mito dei fumetti, Hit Girl e Big Daddy. Dave dovrà confrontarsi con la criminalità vera e con una cosa che nei fumetti spesso non compare: uccidere o essere ucciso.

4. Oldboy

oldboy1

Strano a dirsi ma anche questo film, che fa parte della trilogia sulla vendetta di Park Chan-Wook, è tratta da un fumetto, più precisamente da un manga giapponese. E’ la complicata storia di una vendetta nella vendetta. Un uomo che viene rapito e tenuto prigioniero in una stanza per 15 anni, una volta rilasciato cerca vendetta su chi gli ha fatto questo e gli ha ucciso moglie e figlia…non sapendo che tutto fa parte di un elaborato piano per vendicarsi, a sua volta, di lui. Un film sulle verità nascoste e le colpe che non possono essere espiate. Una vendetta che si ritorce contro in una spirale di dolore e disperazione.

3. The Dark Knight

The Dark Knight

Unico film in questa lista che fa parte del moderno concetto di cinecomics. Secondo capitolo della trilogia di Cristopher Nolan su Batman con Christian Bale come protagonista. Dei tre film sicuramente questo è il più amato e osannato, un po’ per la storia carica di significato e un po’ per la presenza di Jocker/Heath Ledger, diventato leggenda dopo questo film e la sua prematura morte. Se ne è parlato così tanto che citare la trama è abbastanza superfluo, quindi evito.

2. Scott Pilgrim vs The World

Film Title: Scott Pilgrim vs. the World

Film del 2010 tratto dalla miniserie in 6 numeri di Brian Lee O’Malley per la regia di Edgar Wright (meglio noto per la Trilogia del Cornetto). Il fumetto, disegnato a metà tra manga giapponese e fumetto occidentale, narra le vicende del giovane Scott Pilgrim e del suo amore per Ramona Flowers (di cui, ammettiamolo, siamo tutti un po’ innamorati), ma lo fa alternando omaggi ai videogame degli anni ’80 a quelli ai classici comics americani e agli action movie. Un fumetto che ha fatto storia, amato praticamente da chiunque lo abbia tenuto in mano almeno una volta, che nel 2010 vede una discreta trasposizione cinematografica che tralascia (ahimè) alcune parti della storia ma rende giustizia al caro Scott.

1. Watchmen

watchmen_movie_scene-HD

Dal capolavoro della fine degli ’80 di Alan Moore, nasce il film del 2009 di Zack Snyder (eccolo che ritorna!). La presenza dei supereroi sulla Terra altera la storia conosciuta, tanto che l’America ha vinto la guerra in Vietnam con estrema facilità, ma dopo alcune rivolte popolari il Governo Nixon mette al bando le maschere. Mentre si sfiora la guerra nucleare tra USA e Russia, i supereroi in abiti civili devono scoprire un complotto per la loro eliminazione. Intanto uno di loro ha scoperto che i veri cattivi non sono quelli che fanno rapine e omicidi, ma è il genere umano che da sempre brama alla propria distruzione. Un favola nera sul mito dell’eroe e la sua troppa semplicità e ingenuità di fronte a un mondo fatto di persone tendenzialmente cattive. Il supereroe deve fare qualcosa che va contro i suoi principi per salvare tutta l’umanità.

Menzione speciale. Il Corvo

the-crow_02

Una voce particolare per Il Corvo, film del 1994 tratto dall’omonimo fumetto della fine degli ’80. Storia di vendetta, di sangue, ma soprattutto storia d’amore fra due persone che la vita ha diviso in maniera drammatica. Un mito degli anni ’90 veramente duro a morire, che ha segnato l’ultima apparizione cinematografica per Brandon Lee, figlio di Bruce, morte tragicamente sul set. E’ stato il film che ci ha insegnato che “non può piovere per sempre”.

Annunci

5 pensieri riguardo “10 film tratti da fumetti che se non li hai visti allora fatti un esame di coscienza…”

    1. 300 e sin city a me sinceramente sono piaciuti molto e comunque trovo molto valido l’esperimento di riportare il fumetto in chiave cinematografica, come specificato nel post. Un po’ lo stesso escamotage di Scott Pilgrim, anche se ovviamente essendo fumetti realizzati in maniera diversa, anche la trasposizione avviene in maniera completamente differente.

  1. Visti tutti e piaciuti tutti, alcuni più di altri, ma per me sono tutti da vedere e se possibile da buttare un occhio o tutti e due sui fumetti..unica mia pecca e da come ne parlate mi sa pure grossa è quella di non conoscere né il fumetto né il film di Scott Pilgrim vs The World..non né ho mai nemmeno sentito parlare…porca miseria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...