Gravity

downloadHo ancora addosso la pelle d’oca e quella sensazione d’ansia che imperversa per tutto il film. In questi giorni non ho voluto leggere alcuna opinione su questo film, perché da quel poco che avevo letto tempo fa sembrava che questo dovesse essere il film dell’anno e…ho ricontrollato la lista dei film usciti nel 2013 che ho visto finora…Gravity fino a questo momento è il film dell’anno, cazzo. C’è poco da dire e poco da fare, questo film è una bomba e con tutta probabilità rimarrà il miglior film del 2013, se la pensate diversamente vi invito a spiegare perché o almeno a dirmi un altro titolo di quest’anno che possa competere con questa pellicola di Alfonso Cuaròn, in questo post io vi dirò perché Gravity è così fottutamente eccezionale.

La storia è molto semplice: una spedizione di astronauti in orbita per riparare il telescopio Hubble viene investita da una tempesta di detriti di un satellite russo che viaggiano alla velocità di un proiettile. Della missione originale rimangono solo due sopravvissuti, che senza comunicazioni con la Terra e con mezzi di fortuna dovranno riuscire a tornare sulla Terra. Storia semplice? Certamente. La trama è molto elementare, non ci sono colpi di scena eccelsi o storie da capogiro. C’è la storia di un’avventura di sopravvivenza nello spazio aperto, “dove nessuno può sentirti gridare” (cit. Alien). La vera eccezionalità del film sta nel trasfert emotivo. La pellicola dura appena 90 minuti e nei primi 45 a volte ci sentiamo il cuore scoppiare. Ansia, paura e brividi sono le emozioni che Sandra Bullock ci trasmette direttamente grazie a ottime scelte di soundtrack e ottime scelte di regia. Le inquadrature al contrario, il rimanere fissi su un punto mentre l’astronauta gira vorticosamente alla deriva, il point of view dall’interno della tuta d’astronauta ci offrono uno spettacolo eccezionale. Alla fine del film abbiamo ancora la pelle d’oca addosso.

GRAVITYDue attori e 80 milioni di dollari per fare questo film eccezionale, che dimostra che per girare dei bei film non serve sempre e comunque una storia misteriosa e complicata, ma basta saper trasmettere emozione. Esternerò il commento del mio collega all’uscita del cinema: “Ci voleva tanto a fare un film così?”, perché dobbiamo sorbirci centinaia di inutilità ogni anno quando si può produrre un film che ti getta addosso queste emozioni?
Su Rotten Tomatoes questo film si è beccato un 98% al pomodorometro e, cristo, se lo merita tutto. La pellicola di Cuaròn ricorda da vicino la bellezza di 2001 Odissea nello Spazio di Kubrick, permettendosi anche una piccola citazione, quando la Bullock entra nella stazione spaziale internazionale e spogliatasi si raggomitola in posizione fetale a gravità zero, con un tubo che le passa accanto ricordando il cordone ombelicale (ho cercato una foto ovunque di questa scena ma non l’ho trovata).

Clooney e la Bullock (questo è il miglior film dove ho visto Sandra) fanno il loro lavoro in maniera egregia. Il tocco di classe ce lo mette Cuaròn, ormai maestro dei piani sequenza. Il momento dell’impatto con la tempesta di detriti è un interminabile piano sequenza di qualche minuto, nei quali la tensione sale a livelli spasmodici. Il film incolla alla poltrona e toglie il fiato. L’utilizzo del 3D per la prima volta dalla sua invenzione è ampiamente giustificato e credo che questo film si trovi al cinema solo e unicamente in 3D (principale motivo per cui ancora non lo si trova on line, presumo).

gravity_cuaron_6Non l’avete ancora visto? Che aspettate? Non fate come lo pseudo-pubblico cinematografico in fila con me, che invece di invadere la sala di Gravity ha fatto fare il tutto esaurito a Ti Spaccio la Famiglia. Se dovete scegliere un solo film di quest’anno da andare a vedere in un cinema e spenderci 10 zozzi euri, quel film è Gravity.

Annunci

3 pensieri su “Gravity”

  1. 2001 Odissea nello spazio è in assoluto il mio film preferito! Gravity mi aveva ispirato molto vedendo il trailer e adesso, leggendo la tua opinione, mi sono convinta a guardarlo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...