Doctor Who: 50th special – la recesione con spoiler

doctor 50th special doctorsTanti auguri Dottore!! 50 anni e non sentirli. Uno special veramente all’altezza delle aspettative che, è difficili ammetterlo per un uomo di quasi 30 anni, mi ha fatto scendere una lacrima, ma ne riparleremo in seguito. La recensione che segue contiene spoiler perché a) non riuscirei a farla senza e b) so che ormai la puntata speciale l’hanno vista praticamente tutti ed è inutile fare qualcosa che non contenga qualche spoiler se vogliamo parlarne a dovere.

doctor 50th special threeTre Dottori insieme per cambiare il corso degli eventi, per mutare la storia dei Signori del Tempo e del Dottore stesso. Un particolare che potrebbe far storcere il naso a qualcuno, ma che volete farci, il tempo it’s timey wimey wibbly wobbly stuff. Conosciamo da vicino per la prima volta la rigenerazione misteriosa, il War Doctor, nato (come ci è stato anticipato dal primo mini episodio prequel) dalla rigenerazione dell’ottavo Dottore per mettere fine alla Guerra del Tempo. Un Dottore con l’animo di un guerriero, il cui scopo era per l’appunto combattere una guerra, cosa che il Dottore si è sempre rifiutato di fare. Il War Doctor accompagnato dal Bad Wolf che ha preso le sembianze di Rose Tyler (che tra le altre cose nei primi piani sembra un travestito) fa la conoscenza di due sue reincarnazioni future, in modo da scoprire chi diventerà se darà alle fiamme Signori del Tempo e Dalek. Il 10imo Dottore, che vive con il rimpianto e il rimorso di ciò che ha fatto e l’11esimo Dottore, che ha relegato quei ricordi in fondo al suo cuore per eliminarli.

Grazie ai 400 anni che ha avuto per pensare alla cosa, però, i tre Dottori escogitano un nuovo piano e invece di distruggere i due pianeti con il Momento, congelano Gallifrey nel tempo e lo posizionano in un universo parallelo, salvando così miliardi di vite innocenti dalla distruzione. Una scelta che altera in modo piuttosto pesante la storia del Dottore, che comunque finora non ci era stata raccontata appieno, ma soprattutto il futuro.
Possiamo infatti ipotizzare che prima o poi potremmo incontrare un altro Signore del Tempo che non sia il Dottore. Possiamo ancora immaginare che siano sopravvissuti più Dalek di quelli che fino a questo momento ci sono stati mostrati. Le conseguenze di questo gesto devono ancora essere scritte e narrate, ma sono convinto che le vedremo abbastanza presto, forse già l’anno prossimo con il nuovo Dottore.

doctor 50th special sonicLa puntata in sé parte in modo piuttosto simpatico, spiegandoci anche come il 10imo Dottore abbia sposato Elisabetta I (cosa che da tempo veniva detta, ma che mai ci era stata rivelata). Non ci è dato sapere in che punto della sua storia il 10imo Dottore si trovi durante questa storia, perché è sprovvisto di compagna. Possiamo solo desumere che i fatti avvengano dopo che Rose è rimasta intrappolata nell’universo parallelo, ma non sappiamo se abbia già incontrato Donna Noble o Martha Jones e la cosa non ci viene detta.

Nel frattempo, però, sono due i momenti più emozionanti di tutta la puntata. Il primo e quello che mi ha fatto piangere è quando i 13 Dottori si riuniscono in tele conferenza per congelare Gallifrey e risparmiare i suoi abitanti. Non è stato tanto questo momento a causare la mia temporanea sensibilità emotiva, quanto il fatto che mentre tutti i Dottori arrivano con i loro Tardis nella Guerra del Tempo, i gallifreyani dicono “Tutti e 12” e dopo un momento di pausa si sente “No signore, tutti e 13” e si vedono gli occhi di Peter Capaldi, prossima rigenerazione del Dottore. Lì non ho veramente resistito ve lo dico, e mi è uscita una lacrima. L’altro momento emozionante è il finale, quando l’11esimo Dottore rimane solo ad ammirare il quadro della Caduta di Arcadia e si fa avanti il Curatore del Museo con il volto di Tom Baker, il quarto Dottore, che nel suo discorso fa capire che ogni tanto un Signore del Tempo può far riaffiorare delle vecchie facce durante la rigenerazione e che forse alla sua destinazione finale su Trenzalore manca ancora molto tempo.
Molto simpatiche anche tutte le citazioni presenti nella puntata, come il Brigadiere, la sciarpa multicolore portata dalla scienziata e soprattutto il manipolatore del vortice in possesso della UNIT, che si dice chiaramente donato loro dal Capitano Jack Harkness del Torchwood.

doctor 50th special capaldiConcludendo, una puntata piena di emozioni e colpi di scena, la cui massima gioia arriva di sicuro nel finale e nel vedere tutti i Dottori che lavorano insieme per salvare Gallifrey. Una puntata splendida che ci porta al passo successivo della serie, lo speciale di Natale e la fine dell’11esimo Dottore. Siamo pronti per la rigenerazione?

Annunci

3 pensieri riguardo “Doctor Who: 50th special – la recesione con spoiler”

    1. Il prossimo autunno torna la nuova serie. La stanno girando in questi giorni e già arriva qualche foto dal set, ma per vedere il Dottore all’opera ci toccherà aspettare ancora un po’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...