The Strain – season 2 premiere

The Strain The Master EphCol caldo di questi giorni faccio parecchia fatica a mettermi davanti a un computer per scrivere qualcosa sul blog. E così accade mi lasci qualcosa alle spalle, come la recensione della prima stagione di iZombie (mhh…niente di che) o la premiere della terza stagione di Under the Dome (continua a peggiorare nel tempo). Una cosa che non potevo lasciarmi sfuggire, però, era la premiere della seconda stagione di The Strain, serie prodotta e tratta da alcuni racconti di Guillermo del Toro – il Santo Nerd – e che lo scorso anno aveva dato una forte spinta alle blande serie tv estive.

Nel frattempo ho scoperto che ad alcuni questa serie non è piaciuta…beh, affari vostri. Qualcuno ha scritto on line e cito “è un minestrone di vampiri (dracula, blade, il diario del vampiro, ecc)”, non capendo che lo scopo è proprio quello di mischiare sapientemente il mito stockeriano del Dracula, la modernità di Blade (di cui Del Toro ha diritto il secondo film) e un po’ di scienza medica, per dare al tutto un tono meno fantascientifico (anche se poi lo è comunque, ovvio). Poi scopri che chi scrive ‘sti commenti, è gente a cui piace The100…quindi di che parliamo?
Ma torniamo a The Strain. Avevamo lasciato il gruppo dopo la grande battaglia contro il Maestro e i suoi vampiri. Battaglia che è finita con la fuga del Maestro, gravemente ferito dalla luce del sole. Intanto il virus vampiresco continua a diffondersi e New York viene isolata, ma la vita va avanti – almeno di giorno. Il gruppo si trasferisce a casa di Fet, che provvede a rendere il tutto anti-vampiro. Intanto Abraham torna sul luogo dello scontro e cerca di rintracciare il Maestro, ma viene rapito dai vampiri militarizzati degli antichi e portato al loro cospetto. Lì Setrakian a malincuore stringe un patto con gli antichi vampiri: lui li aiuterà a trovare e sconfiggere il Settimo, quello che lui chiama il Maestro. Ci viene spiegato che i Sette antichi vampiri hanno una sorta di mente condivisa, ma il Settimo ha il potere di isolarsi. Quando Abraham lo ha quasi ucciso, però, ha perso il controllo e gli altri sono riuscito a vederlo. Gli antichi presenti a NY, però, sono solo 3 (oltre al Maestro)…dobbiamo supporre che gli altri siano morti? Scopriamo inoltre la storia del Maestro, o almeno del corpo che occupa attualmente, e scopriamo che la spada di Abraham apparteneva proprio a lui. La puntata continua con nuove strategie sia militari che mediche per sconfiggere i vampiri, mentre questi si preparano al contrattacco. Alla moglie di Epharaim, infatti, il Maestro ridona la capacità di pensare e di parlare (come con Eichorst) e viene formato un particolare gruppo di bambini vampiro, che a quanto pare possiedono capacità straordinarie.

Miguel_Gomez_Stephen_McHattie_The_Strain_Episode_13La seconda stagione di The Strain, quindi, è iniziata bene come la prima. Pochi momenti morti, pochi discorsi infiniti che non portano nulla, per privileggiare, invece, l’azione e lo sviluppo della storia. New York ancora non è caduta completamente e i nostri eroi hanno poco tempo per elaborare una strategia difensiva. Unica pecca: il ragazzino, Zack, che come ogni ragazzino di film o serie tv horror/thriller, non fa che rompere le palle e dire cose senza senso. Spero venga succhiato presto!

Annunci

5 pensieri riguardo “The Strain – season 2 premiere”

  1. Amo Del Toro ed amo The Strain ed è con un po’ d’imbarazzo che ti chiedo se hai voglia di dare un’occhiata alla recensione che feci della prima stagione, mentre andava in onda su Sky: l’avevo scelta per fare un discorso più ampio sui metodi di sviluppo e di realizzazione di un plot, vista la particolarità della genesi di questa fiction.
    Non metto il link perché senza il tuo consenso sarebbe spam sgarbato, ma se la cerchi sul mio sito la troverai senza difficoltà ed io gradirò un tuo commento. Bye

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...