Archivi categoria: Uncategorized

Fantastic 4

Fantastic-Four-Trailer-Photo-Team-ShotEra il 1961 quando un giovanissimo editore della neonata Marvel Comics creò il primo gruppo supereroistico della storia dei fumetti. Fino a quel momento gli eroi dei comics erano stati utilizzati in maniera singolare, con sporadiche apparizioni in gruppi numerosi (vedi gli Invasori). Con questo nuovo gruppo di supereroi, però, si da l’avvio a quello che sarà l’Universo Marvel, costellato da centinaia di super esseri, mentre si da anche il primo impulso di quella che verrà presto conosciuta come Silver Age del fumetto, che andrà a rimpiazzare la Golden Age del periodo bellico. Ed è così che nel novembre ’61 debutta la prima testata Marvel, i Fantastici Quattro, scritta dal giovane Stan Lee e disegnata dal già talentuoso Jack Kirby. Continua a leggere Fantastic 4

Annunci

Run All Night – una notte per sopravvivere

Run All NightOggi come oggi se una produzione ingaggia Liam Neeson come attore principale, sai già a che film stai andando incontro. Un tempo non era così, però, un tempo Neeson ha ricoperto ruoli da protagonista che non prevedevano lo spara-spara o le cacce all’uomo. Liam Neeson è forse l’unico attore che è diventato un’icona action solo dopo essersi invecchiato. Ha fatto, quindi, il percorso inverso di tanti altri attori hollywoodiani. Oggi se qualcuno vi chiede di andare a vedere un film con Liam Neeson, la prima domanda che vi viene in mente è: “Quale torto gli avranno stavolta?” Continua a leggere Run All Night – una notte per sopravvivere

The Equalizer

The-Equalizer-26-Denzel-Washington-and-Chloë-Grace-MoretzIn molti, credo, appena visto il trailer o il manifesto di questo film avranno pensato: ma che razza di titolo è? La traduzione letterale in italiano è “il pareggiatore”, che non avrebbe reso benissimo mi pare, ma anche il titolo originale non è che scherza. Protagonista totale del trailer è Denzel Washington, uno che qualche film d’azione lo avrebbe anche fatto, ma che da parte mia l’ho sempre visto molto male in questo genere di film. Il titolo mi ha comunque incuriosito al punto da dover vedere di cosa mai si trattasse e, quindi, me lo sono visto ma guardandomi bene dal lasciargli del denaro per incrementare il box office. Il regista poi è Antoine Fuqua, uno che qualche film d’azione carino lo ha anche fatto nella sua carriera, anche se il suo Shooter lo riguardo spesso per conciliare il sonno. Continua a leggere The Equalizer

Intervista doppia: La lega degli Straordinari Gentlemen 1,2 di Alan Moore (1999)

Non ribloggo mai, perché credo che ogni blog abbia una sua originalità, ma stavolta sono obbligato, visto che sono uno dei due protagonisti di questa intervista doppia a tema fumettistico. A concedermi spazio sono stati gli amici di Recensioni Amichevoli, blog di recensioni letterarie e funettistiche. A voi l’arduo giudizio.

Recensioni amichevoli

La-Lega-degli-Straordinari-Gentlemen-1-coverLa-Lega-degli-Straordinari-Gentlemen-2-coverDopo troppi mesi torniamo a presentare un’intervista doppia e questa volta con almeno un paio di novità.
La prima marginale è sul tema proposto. Parleremo di fumetti, in linea con il percorso che sto intraprendendo nel mondo della nona arte.
La seconda novità è invece molto più sostanziale. Questa volta a farmi da contraltare non sarà l’amico cofondatore di Recensioni Amichevoli (poco incline al fumetto) bensì un gradito ospite esterno; Arpio83 titolare del noto blog nerdpopculture.wordpress.it nonché amico di lunga data e compagno di numerose avventure lucchesi (siamo pronti alla partenza anche per quest’anno).
Al centro dell’intervista uno dei più noti comics star del mondo, lo sciamano Alan Moore e la sua Lega degli Straordinari Gentlemen, in particolar modo tratteremo i primi due volumi pubblicati dalla Bao Publishing (sono quelli letti da entrambi).

View original post 1.703 altre parole

Serie tv: il calendario dell’autunno 2014

poltergeist-tvSiamo quasi alla fine dell’estate per quanto riguarda la programmazione delle serie tv. Come molti già sanno, infatti, il periodo di fine primavera/estate è il tempo in cui i network mandano in onda le serie non proprio eccelse, lasciando spazio all’autunno per le serie regolari più seguite e di successo. Ovviamente ci sono sempre le eccezioni, ad esempio aprile è solitamente la data di release delle nuove stagioni di Game of Thrones, mentre negli ultimi anni alcune serie niente male si sono fatte vedere anche d’estate e penso a roba tipo Penny Dreadfull, Breaking Bad o la recentemente conclusa Utopia. Fatto sta che il numero delle serie tv in onda d’autunno è molto più alto di quelle che escono d’estate e questo è un dato di fatto. Come fatto l’anno scorso, quindi, ho deciso di inserire anche per questo 2014 un calendario con le premiere delle nuove stagioni e i pilot delle nuove serie. Come sempre quelle sottolineate sono quelle che reputo di maggior interesse (personalmente) e che quindi verranno seguite anche qui sul blog…le altre le lascio a qualcun’altro…ho anche una vita. Continua a leggere Serie tv: il calendario dell’autunno 2014

Le morti di Sean Bean

imagesSin dalla fine della prima stagione di Game of Thrones, ben quattro anni fa, quando all’eroe dei nostri cuori Eddard Stark è stata brutalmente tolta la parte nella serie con un colpo di lama, sull’internet si è scatenata la rincorsa al meme sull’attore che lo interpretava: Sean Bean, diventato estremamente famoso per morire in ogni film o serie in cui appariva (o almeno in molte di esse). Difficilmente, infatti, si incappa in un attore che abbia voglia di farsi togliere dai piedi con tanta facilità come Sean. L’attore britannico è infatti deceduto su pellicola ben 25 volte, spesso in modi veramente particolari mentre in altre occasioni semplicemente con un colpo d’arma da fuoco. In rete era anche scattata una campagna per salvare Sean Bean dalle morti cinematografiche, visto che l’attore spirava in media ogni 1,24 anni. Un vero e proprio caso umano. Ma quali sono i film e le serie in cui Sean perde la vita, ma soprattutto come? Continua a leggere Le morti di Sean Bean

Liebster Award

liebsteraward1E’ mercoledì sera e detto tra noi ho poco da fare, quindi al terzo invito o nomination ai Liebester Award decido di partecipare, spinto soprattutto dalla serata monotona e dalla voglia di scrivere qualcosa. Devo innanzitutto ringraziare chi mi ha nominato per questo “premio”: qualche mese fa fu la volta di Cristina di Serie tv creano dipendenza, poi qualche giorno fa la volta del collega Lapinsù, dal blog omonimo, e infine le nuove del mondo blog (così mi è parso di capire) R.&S. con Serie’s Anatomy. Per fare contenti entrambi e per liberarmi di qualche fardello risponderò alle domande di entrambi, ma prima le regole: 1) ringraziare chi ti ha nominato e linkare il blog, fatto; 2) rispondere alla domande; 3) nominare 10 blog (le regole dicono “che hanno poco seguito”…ma come lo determino io? vabbè, io ne dico 10 che mi piacciono); 3) proporre 10 domande e 4) informare i “fortunelli” nominati. Si parte con la fase 2. Continua a leggere Liebster Award

Parte il Fanta Game of Thrones!

fbtDall’asilo fino a oggi pomeriggio intorno alle 16.00 gli esseri umani del mio stesso sesso mi hanno sempre guardato con aria stupita, quando alla domanda “per che squadra tifi?” io rispondo “per nessuna, non mi piace il calcio”. Nascere, crescere e vivere in Italia senza avere una fede calcistica sembra essere un’eresia degna del rogo. Eppure andando avanti con la mia vita ho incontrato e stretto amicizia con altri uomini a cui non piace il calcio: una piccolissima tribù che la domenica pomeriggio la passa in giro o a casa vedendo un film o leggendo qualcosa, reietti della comunità italiana di cui tornano a far parte solo una volta ogni quattro anni, in occasione dei mondiali dei calcio (a me anche quelle partite annoiano tanto, ma almeno si fa qualcosa di diverso). In tutto questo, però, solo una cosa ho sempre invidiato agli amanti del calcio: il fantacalcio. Una sorta di MMOPRG in real life (così facciamo veramente i nerd e non ci sbagliamo) la cui base sono le partite reali del campionato e i punteggi che un tizio qualunque mette ai giocatori. Una volta ho provato a partecipare a un’edizione del fantacalcio quando facevo le superiori, ma non conoscendo i giocatori, le squadre e tutto il resto, la cosa si è rivelata abbastanza noiosa.
Il tempo di quelli che danno calci a un pallone per cifre da capogiro, però, è giunto al termine. Non solo fantacalcio…quest’anno parte anche il Fanta Game of Thrones!!

Continua a leggere Parte il Fanta Game of Thrones!

Snowpiercer

cinema-snowpiercer-02Capita a volte, anche se mai troppo spesso, di rimanere piacevolmente sorpresi da una pellicola. Un film dal quale non ti aspetta chissà cosa si rivela poi essere qualcosa di inaspettatamente bello. E’ il caso di questo Snowpiercer firmato dal coreano Bong Joon-ho, che ricordiamo per The Host, e tratto da una graphic novel francese che ancora non ho letto, ma che ho visto a poco prezzo in edicola e presto prenderò. Il film che si presenta a prima vista come un normalissimo action movie con ambientazione post-apocalittica, si rivela poi essere qualcosa di più complicato. Il debutto del regista sud-coreano nel cinema in lingua inglese, alla fine appare come il perfetto incontro tra gli action movie del cinema americano e i racconti psicologici ed emotivi del mondo orientale. Continua a leggere Snowpiercer

1° marzo, il flash mob del libro

20140301-215550.jpgQuasi finito questo primo marzo nel quale, forse non tutti sanno, era stato organizzato il primo flash mob italiano del libro. Promotore dell’evento è il festival letterario Caffeina, evento iniziato qualche anno fa nella piccola città di Viterbo e diventato ad oggi uno dei maggiori festival della cultura letteraria italiani. Vivendo nella provincia di Viterbo, posso vantarmi di aver conosciuto i due ideatori del festival quando lavoravo come giornalista, e posso testimoniare che Caffeina è un festival davvero stupefacente. Un po’ in bilico la sua prosecuzione per i prossimi anni a Viterbo, dove la politica a quanto pare conta più della cultura. Ma il festival continuerà a vivere ovunque gli sia permesso. Dalle pagine di facebook, infine, il team di Caffeina ha lanciato l’iniziativa di questo flash mob: il primo marzo usciamo di casa e compriamo un libro. Un’iniziativa alla quale io ho ovviamente partecipato e che ha attratto tantissime persone, che hanno pubblicato la loro foto sulla pagina FB del festival. Di contro ci sono state anche alcune critiche da parte di “accaniti lettori”, che se ne sono per forza dovuti uscir fuori ricordando che ogni giorno è buono per comprare un libro…sì, ok, ma non potete sempre cagare il cazzo per ogni cosa, l’iniziativa era rivolta anche ai lettori “non maniacali”. Altre critiche anche da chi prende Caffeina sul lato politico, e qui si ritorna sul discorso del non politicizzare la cultura (almeno quella). L’iniziativa è stata lodevole e sono contento per quelli che come me hanno deciso di partecipare.