Archivi tag: Moffat

Doctor Who – season 8 finale

doctor_who_restaur_3010688bPoco prima che iniziasse (o poco dopo essere iniziata) questa ottava stagione avevo fatto un pezzo sul blog che spiegava, in maniera “empirica”, perché Russel T. Davies fosse migliore di Steven Moffat. Al termine di questa ottava stagione, quel post prende potenza e la differenza tra i due showrunner diventa improvvisamente palese a tutti. Dodici episodi abbastanza mediocri hanno segnato l’ottava stagione di Doctor Who, non tutti da buttare certo, ma in linea complessiva abbastanza sotto tono. Alcuni giustificano il tutto dicendo che questa season serviva solamente a presentare il dodicesimo Dottore…beh, ma ci devi sprecare una stagione intera per farlo? Devi obbligatoriamente fare delle puntate con il pathos sotto le scarpe per presentare i nuovi lati del protagonista? Io non credo o almeno finora non era mai successo. Per quanto odiassi l’interpretazione di Matt Smith, la sua prima stagione è stata avventurosa e folgorante, mentre questa – con la presenza di un attore che adoro e che ha interpretato un ottimo Dottore – è stato veramente sotto le aspettative. Continua a leggere Doctor Who – season 8 finale

Annunci

Doctor Who: Russel T Davies VS Steven Moffat

moffat-rtdHo deciso di non fare come per la settima stagione e, quindi, di non fare un commento di ogni singolo episodio di Doctor Who. Ne farò uno a metà serie sicuramente, ma per ora preferisco far andare avanti un po’ la storia. Riflettendo sulle ultime tre stagioni e su questa in corso, però, mi è tornato alla mente il sempre acceso dibattito fra chi sostiene l’attuale conduzione dello show da parte di Steven Moffat e chi, invece, è legato maggiormente a quella parte di arco narrativo condotto da Russel T Davies dal 2005 al 2010. Non andrò, ovviamente, a scavare nella serie storica del Dottore, perché veramente non me ne tiene e perché preferisco concentrarmi sui due showrunner moderni della serie, quelli che l’hanno fatta rinascere dalle ceneri a partire dal 2005. Un conflitto assai discusso tra i fan dello show, che ancora oggi divide i “vecchi” (Davies) e i “nuovi” (Moffat). A scanso di equivoci dico subito che io ho sempre fatto il tifo per Davies, anche riconoscendo dei valori a Moffat, non solo in questa serie ma anche in altre da lui condotte (Sherlock, Jekyll, ecc…). Questo pezzo, quindi, è la mia personale dimostrazione empirica del fatto che Davies sia superiore a Moffat come sceneggiatore…e potrebbe benissimo chiamarsi “I 7 motivi per cui Russel T Davies è meglio di Steven Moffat”. Continua a leggere Doctor Who: Russel T Davies VS Steven Moffat

Doctor Who: il poster del 50esimo

11-doctors-al-fan-artNovembre si avvicina, ma ancora abbastanza lontano e due mesi sono lunghi. L’hype per lo speciale del 50esimo anniversario sta un po’ scendendo, ma i responsabili del marketing della BBC sono dei pezzi di merda e ogni tanto tornano a stuzzicare la ferita aperta che i fan hanno sul costato. Mentre le ipotesi sulla puntata e sull’identità della reincarnazione misteriosa andavano scemando, un mesetto fa, la BBC ci ha presentato quello che sarà il 12esimo Dottore, Peter Capaldi, per la gioia dei fan più stronzi (come me) che forse vedranno la fine dell’era bimbeminkia attorno a questa serie iniziata grazie a Matt Smith. Ora l’hype torna a calare e gli stronzi che fanno? Ti fanno uscire il poster ufficiale dell’episodi, che vedrete dopo il salto. Continua a leggere Doctor Who: il poster del 50esimo

Doctor Who: le novità dal San Diego Comic-con

174188178_10-e1374462035368-300x218Ed ecco arrivato anche il momento per il cast di Doctor Who di apparire al panel loro dedicato al San Diego Comic-con. Ci sono state novità? Ce ne sono state tante! Ci sono stati momenti funny? Certo che sì! E’ arrivato qualche contenuto particolare per l’episodio del 50esimo? Ovvio che no 😦
Eppure è così. A quanto pare al SDCC è stato mostrato il primo trailer dello speciale per i cinquantanni, con tanto di Dalek, decimo e undicesimo Dottore e John Hurt che appaiono insieme nell’immagine finale, ma a tutti è stato vietato di mettere contenuti on line, pena la promessa di non far vedere più alcun nuovo trailer fino al 23 novembre…chi ha lanciato l’anatema? Proprio quello stronzetto di Steven Moffat, che dal palco ha invocato un diktat che manco Berlusconi. Ma vabbè, sti cazzi, ci è arrivata solo un’immagine di questo nuovo trailer, che troverete proprio qua sotto. Continua a leggere Doctor Who: le novità dal San Diego Comic-con

10 serie tv che hanno reso la mia vita degna di essere vissuta

poltergeist-tvChi mi conosce sa che avrei voluto chiamare questo nuovo post “10 serie tv che se non l’hai viste non sei nessuno”, ma avrebbero potuto benissimo rigirarmi in faccia la cosa sparando una serie tv che io stesso non ho visto, tipo Lost (mi sono fermato alla seconda stagione, troppa noia). Comunque, come ho fatto la settimana scorsa per i libri, continuo questa settimana con le serie tv, forse attualmente mia passione primaria. Sono tante tante e ridurre il tutto a 10 titoli non è stato facile, ma ho deciso di fare un lavoro ulteriore sottolineando, dove possibile, la migliore puntata trasmessa di quella serie, che a volte può non coincidere con quelle finali di stagione. Basta ciance, iniziamo a partire dalla numero 10. Continua a leggere 10 serie tv che hanno reso la mia vita degna di essere vissuta

Doctor Who – 7×13 The name of the Doctor – Season Finale

PUNTATA SPETTACOLARE!! Mi rimangio tutte le cattiverie che ho detto finora su questa seconda metà della settima stagione, tutto serve a uno scopo.
Ho deciso di non mettere la solita foto all’inizio del post di oggi, ma un video che fa da prequel a quest’ultima puntata di stagione. Un video che in pochi attimi fa capire il tono drammatico di questo episodio e spiega già cosa dobbiamo aspettarci: Trenzalore! Devo dire con sincerità che questo è stato uno dei migliori finale season che questa nuova serie di Doctor Who abbia mai avuto. Se nelle serie precedenti, infatti, il finale di stagione chiudeva la storia che aveva caratterizzato quell’annata (per riassumere i finali e le serie di tutte le ultime 6 stagioni con delle caratterizzazioni potremmo dire: Bad Wolf, Universi paralleli e Torchwood, Vote Saxon, Donna Dottore e Rigenerazione, Crepa, Lago Silenzio), questo finale fa lo stesso lavoro, aprendo però anche a un futuro fitto di misteri. Continua a leggere Doctor Who – 7×13 The name of the Doctor – Season Finale

Doctor Who 7×13 – Nightmare in silver

Dottore contro Cyber-Planner...epico!
Dottore contro Cyber-Planner…epico!

Neil Gaiman è tornato alla scrittura di una puntata del Doctor Who…e cazzo si vede subito! Questa puntata ha (quasi) cancellato tutte le critiche che ho mosso a questa seconda parte della settima stagione. Poco da fare, Gaiman è un genio quando si tratta di creare cose di questo genere e anche stavolta ha colto nel segno. L’unica pecca, forse, è che questa poteva benissimo essere una puntata messa in mezzo alle altre, ma come penultimo episodio di stagione ha veramente poca attinenza.

Mi ero un po’ lamentato, al termine della scorsa puntata, dell’introduzione nella storia dei due bambini a cui Clara fa da baby sitter. Effettivamente anche in questa puntata i bambini sono la causa di tutto e, anche se alla fine chi ha creato il macello da una soluzione alla cosa, sono contento che se ne siano tornati a casa, dove faranno sicuramente meno danni.  Continua a leggere Doctor Who 7×13 – Nightmare in silver

Doctor Who 7×12 The Crimson Horror

uktv-doctor-who-the-crimson-horror-11Puntata totalmente futile quella uscita ieri sera in Inghilterra, che è servita solamente a ricordarmi perché questa fantastica serie ha bisogno di un nuovo slancio e di ritrovare le sue origini.

Non credo basti citare episodi degli anni ’60 con frasi, nemici o personaggi per ritrovare le proprie origini, servirebbe anche un tono un po’ diverso. Da qualche tempo ce l’ho su con Matt Smith, non ne capisco il motivo, ma è così. L’ho molto apprezzato nelle due serie precedenti, ma in questa serie sta un po’ deludendo. Ovvio che la colpa non è sua, ma di chi scrive le storie: in questo caso Mark Gattis (licenziatelo pls!). I problemi di questa seconda metà della settima serie sono tanti, ma ne parleremo più avanti. Il fulcro principale, però, è uno a mio avviso: la commercialità. Si è voluto lasciare un sentiero, più geek e sci-fi, per uno più commercialotto e di impatto. Lo si capisce dalle storie, ma anche dalla regia, passata da una tipicamente fantascientifica a una sensazionalista. La cosa mi va poco giù. In definitiva: non ce la faccio più a leggere commenti su internet di bambine che dicono “Preferisco questo Dottore perché è il più carino!”…ma bruciate! Continua a leggere Doctor Who 7×12 The Crimson Horror

Doctor Who: verso i 50 part.2

La unit sul set
La unit sul set
Clara nel Tardis
Clara nel Tardis

Quando ho scritto la parte 1 di questo pezzo erano appena iniziate le riprese dell’episodio speciale del Dottore. Oggi le riprese continuano a continuano a susseguirsi scatti su scatti di filmato registrato a Londra. L’attesa è snervante, ma dovremo aspettare fino a novembre per sapere cosa ci riserva l’episodio speciale partorità da Moffat. Continua a leggere Doctor Who: verso i 50 part.2

Doctor Who 7×10

doctor-who-hide-emma-windowCi avviciniamo sempre di più verso la conclusione di questa stagione, anche se ancora mancano alcune puntate. La trama sulla nuova compagna del Dottore si infettisce e in questa puntata veniamo catapultati nel 1974, nell’episodio “Hide”, che si apre come una caccia ai fantasmi e si conclude come una gran bella puntata di Doctor Who, quindi con vortici temporali, mostri incompresi e verità dell’ultimo secondo. Un episodio che ci ricorda un po’ quei film tipo “Haunted House”, almeno nella parte iniziale, ma alla fine tutto si ricollega benissimo all’obiettivo che sta perseguendo il Dottore da qualche tempo a questa parte…scoprire chi o cosa sia veramente Clara Oswin Oswlad. Una nuova compagna particolare per il Dottore. Se quelle che abbiamo visto finora erano state scelte abbastanza casualmente (Rose incontrata per caso a Londra, Martah coinvolta per sbaglio nel rapimento dell’ospedale e Amy che lo aveva aiuto dopo la rigenerazione), fatta eccezione forse per Donna Noble (di cui si è detto che “le linee dell’universo stavano manovrando per farla giungere lì”), questa sembra essere stata veramente prescelta. La nuova eccezionale frase del Dottore, che spara durante lo speciale natalizio, è “I don’t know why, I only know who” non sembra infatti adattarsi molto a Clara.

Continua a leggere Doctor Who 7×10